Jacob Bronowski

Jacob Bronowski

JACOB BRONOWSKI (1908–1974) è stato un grande scienziato, un matematico, un filosofo e un letterato di origine polacca. All’inizio degli anni Settanta ideò e condusse per la BBC la popolare serie di documentari The Ascent of Man, uno dei primi programmi di divulgazione scientifica del mondo. La sua erudizione e il suo stile vivace e coinvolgente lo resero un personaggio televisivo molto amato, mentre il suo lavoro accademico e i suoi scritti teorici sono apprezzati ancora oggi per la loro grande attualità. Edizioni di Comunità ha pubblicato anche il suo Un senso del futuro.

Visualizzazione di tutti i 2 risultati

  • In offerta! L’identità dell’uomo – Jacob Bronowski

    Jacob Bronowski

    L’identità dell’uomo

    L’identità dell’uomo è una forza dinamica in perenne tensione tra le certezze inseguite dalla scienza e gli orizzonti sempre nuovi immaginati dalla letteratura. Questa è la tesi di Jacob Bronowski, che con un originale esperimento di sintesi prova a esplorare i codici profondi di queste due discipline, scoprire in che modo dialogano e cercare ciò che le accomuna. E come in un gioco di specchi racconta di una scienza capace di cogliere l’unicità dell’uomo mantenendo intatti l’esattezza e il rigore del proprio metodo, e di una letteratura come infinita riserva di “altri da noi”, in grado di disegnare una mappa dei sentimenti e delle pulsioni umane paragonabile per completezza a un sistema scientifico. Senza però pretendere di fornire certezze immutabili perché, in fondo, l’identità dell’uomo è un dilemma eternamente insoluto e una società convinta di non aver più bisogno di cercare la verità è una società autoritaria.
    DNA, giugno 2017

    15,00 12,70 Aggiungi al carrello
  • In offerta! Un senso del futuro – Jacob Bronowski

    Jacob Bronowski

    Un senso del futuro

    Viviamo in un mondo che dipende sempre più dalla scienza e dalla tecnologia, ma a indicare il senso del nostro futuro non può essere solamente una ristretta élite di specialisti che dibattono tra loro: la scienza dovrebbe essere una disciplina accogliente, comprensibile e inclusiva. Non è un caso che a sostenere questa tesi sia Jacob Bronowski, uno tra gli scienziati più autorevoli e conosciuti del secolo scorso, le cui abilità divulgative eccentriche e fuori dagli schemi furono addirittura omaggiate dai mitici Monty Python nei loro spettacoli. A Bronowski non interessa fare predizioni rosee o apocalittiche sul futuro dell’umanità. La sua attenzione si concentra invece sulla necessità di riappropriarsi di un senso del futuro realistico e consapevole, riscoprendo quella curiosità potente e vitale, poco specialistica e molto umana, che rappresenta il fondamento di tutte le scienze, e dove si nasconde un senso morale profondo. Ed è proprio a questa moralità della scienza, più che alle scoperte scientifiche in sé, che l’umanità oggi può pensare di affidare il proprio futuro.
    DNA, ottobre 2015

    15,00 12,70 Aggiungi al carrello