La società opulenta

La società opulenta, John Kenneth Galbraith

John Kenneth Galbraith

LA SOCIETÀ OPULENTA

DNA

13,5×20,5cm, pp. 490
maggio 2014
€ 16,00

Acquista online a € 13,60 (sconto del 15%)


La società opulenta demolisce alcuni dei miti dell’economia politica tradizionale e, senza indietreggiare di fronte ai problemi tecnicamente più difficili, svela l’inganno della “mentalità convenzionale” che impedisce di guardare al di là delle leggi di mercato. Per Galbraith, fino a quando il benessere riguardava solamente pochissimi era inevitabile porre l’accento sulla produzione. In una società agiata, invece, continuare a fare della produttività il centro e il fine dell’economia è un imperdonabile errore, che alimenta la coltivazione di bisogni umani artificiali e gli investimenti in cose e beni privati anziché in persone e servizi pubblici. In questa che è la sua opera più famosa, e forse la più importante, Galbraith mette a nudo, con l’ironia e l’autorevolezza che lo hanno reso tra i pensatori più originali del Novecento, l’origine di molte delle contraddizioni che caratterizzano il nostro tempo.

«L’uomo di oggi non è neppure cosciente di molte delle sue stesse aspirazioni, che diventano tali soltanto in quanto siano sintetizzate, formulate e alimentate dalla pubblicità e dalla propaganda commerciale. Poche persone, all’inizio del diciannovesimo secolo, avevano bisogno di qualcuno che chiarisse loro cosa desideravano.»

Scorri l'anteprima del libro


Autori del patrimonio genetico delle Edizioni di Comunità, libri intrecciati tra loro in nuovi fili che generano, alla luce del tempo presente, un’eredità umanistica e scientifica che è prima di tutto uno sguardo indisciplinato sull’uomo.